Il maltempo che, in questo ultimo periodo, ha colpito l’Italia non ha portato solo danni e disagi: le recenti piogge, infatti, hanno creato le condizioni favorevoli per la crescita dei funghi, consentendo così do registrare un importante aumento nella raccolta rispetto allo scorso anno.

I DATI DEL MONITORAGGIO DI COLDIRETTI

A sottolineare il boom di funghi porcini in Italia è Coldiretti, che ha dichiarato “aperta” la corsa a porcini, finferli, trombette, chiodini nei boschi italiani. Stando ai dati del monitoraggio sull’inizio delle attività di ricerca in Italia dove è arrivato il maltempo con l’allerta meteo in 9 regioni dopo un lungo periodo di caldo e siccità, le raccolte di funghi, in alcuni casi, sono aumentate del 50% rispetto allo scorso anno.

DOVE SI È REGISTRATO UN BOOM DI FUNGHI PORCINI IN ITALIA

La stessa Coldiretti ha spiegato in quali aree del nostro Paese la stagione dei funghi sta già “iniziando a correre”. Nella nota dell’organizzazione, per esempio, si legge: “In Veneto le montagne sono ricche di funghi ed è boom sulle Dolomiti di porcini, finferli, mazze da tamburo e imbutini, dal Bellunese all’Altopiano di Asiago dove i boschi si stanno riprendendo dalle ferite dell’uragano Vaia, dal Cansiglio al Comelico, dall’Altopiano di Asiago al Vicentino fino ai Lessini”.

...

fonte: initalia.virgilio.it